Formazione
ed esperienza
professionale

Si laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Firenze, con approfondimento degli studi in tema di danni non patrimoniali. Successivamente, consegue il Dottorato di Ricerca in Diritto Privato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pisa. Nel corso della sua attività professionale e dei suoi studi che, trasversalmente, hanno riguardato tutto il diritto civile (anche in virtù della sua passata collaborazione, come cultore della materia, con la cattedra di Diritto Privato della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Firenze), sviluppa particolari competenze nella materia contrattuale e assicurativa, nel settore della responsabilità medica, nonché nell’ambito della tutela dei consumatori e delle azioni di classe.
Dal 2013, è Deputato della Repubblica italiana, rieletto nella XVIII legislatura attualmente in corso.
Per tutta la XVII legislatura ha ricoperto il ruolo di Vicepresidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati. Sempre nella XVII legislatura, è stato uno dei 5 "giudici" membri effettivi del Collegio d'Appello interno alla Camera (Autodichia). Nel 2013, è stato primo firmatario della proposta di legge sul c.d. "divorzio breve", poi confluita nella legge approvata dal Parlamento nel 2015 (L. n. 55/2015).

Dal 1° giugno 2018 al 13 febbraio 2021, l’Avv. Alfonso Bonafede ha ricoperto il ruolo di Ministro della Giustizia. Nel corso di tale mandato, l’avv. Bonafede è stato promotore o primo firmatario di molteplici leggi, tra cui la Legge n. 3/2019 (c.d. Spazzacorrotti), la legge n. 31/2019 (c.d. “Class Action”); la legge n. 43/2019 (in materia di voto di scambio politico mafioso); la Legge n. 69/2019 (c.d. “Codice Rosso”), la legge n. 7/2020 (Legge in materia di intercettazioni).
E’ stato primo firmatario delle riforme, approvate in Consiglio dei Ministri, nelle seguenti materie:
Processo Penale (successivamente approvata, con modifiche rispetto al testo originale, in data 23 settembre 2021, L. n. 134/2021); Processo civile (successivamente approvata, con modifiche rispetto al testo originale, in data 25 novembre 2021, L. n. 206/2021); Ordinamento giudiziario e Consiglio Superiore della Magistratura (attualmente all’esame del Parlamento); Illeciti agroalimentari (attualmente all’esame del Parlamento).
Nel corso del suo mandato, è stata inoltre completata l’implementazione del Processo Civile Telematico ed è stata avviata quella del Processo Penale Telematico.

Dopo la cessazione dell’incarico di Ministro della giustizia, durante il quale è stato sospeso per legge dall’albo degli avvocati, Alfonso Bonafede è tornato ad esercitare l’attività forense nello studio di Firenze e ha stabilito la seconda sede a Milano, incrementando l’impegno dello studio nei settori del diritto in maggiore evoluzione (con particolare riferimento alle innovazioni tecnologiche e legal tech).

Alfonso Bonafede coltiva costantemente la sua attività di studio e di aggiornamento professionale.

Pubblicazioni

  • Commento agli artt. 2008-2027 c.c., “Codice Civile annotato con la dottrina e la giurisprudenza”, a cura del Prof. Giovanni Perlingieri. Edizioni Scientifiche Italiane, 2010, Napoli. 2010
  • Commentario agli artt. 300-301 (in capitolo “Articoli 283-304”, coordinato da G. CONTE), in Il Codice delle Assicurazioni Private. Commentario al D. Lgs 7 settembre 2005, n. 209, diretto da F. CAPRIGLIONE, con la collaborazione di G. ALPA e A. ANTONUCCI, Cedam, 2007, Padova. 2007
  • Il problema del silenzio assenso nell’ambito dei trapianti da cadavere tra pubblico e privato, in U. BRECCIA – A. PIZZORUSSO, Atti di disposizione del proprio corpo, a cura di R. ROMBOLI. Ed. Plus, 2007, Pisa. 2007
  • I danni non patrimoniali: difficoltà ed incertezze di applicazione del nuovo assetto risarcitorio in materia di danno alla persona. in Foro Toscano, 2006, 1, p. 236. 2006
  • Tentativo obbligatorio di conciliazione nelle controversie in materia di telecomunicazioni. Problematiche e conseguenze sullo svolgimento del processo ordinario. in Foro Toscano, 2005, 3, p. 295.
  • Introduzione alla riforma, in Azione di classe: la riforma italiana e le prospettive europee (a cura di BARSOTTI V. – DE DOMINICIS F. – PAILLI G. – VARANO V.), Torino, Giappichelli, Collana Quaderni CESIFIN, 2020, pp. 7-12.